Eventi!/Popoli del Mare

Syusy alla Rassegna del Cinema Archeologico di Belgrado

Martedì 28 marzo il documentario di e con Syusy “I confini del mare Tirreno e Adriatico diviso tra Etruschi, Fenici e Focesi” sarà proiettato alla Rassegna Internazionale del Cinema Archeologico di Belgrado.  (sottotitolato in serbo!). Il filmato, proiettato per la prima volta al Festival di Rovereto lo scorso ottobre, ha partecipato anche (fuori gara) a un festival di cinema archeologico americano in Oregon. È una produzione di Italia Slow Tour e del MiBACT, per la regia di Syusy Blady con la supervisione scientifica di Valentino Nizzo. Dal sito ufficiale dell’Istituto Italiano di Cultura a Belgrado, di seguito qualche notizia su questo importante appuntamento.

Il Festival

La diciottesima Rassegna Internazionale del Cinema Archeologico di Belgrado, organizzata dal Museo Nazionale in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura di Belgrado, uno dei suoi principali promotori fin dalla prima edizione, e con le altre principali istituzioni culturali serbe e internazionali attive nella capitale serba, si svolgerà dal 23 al 30 marzo prossimi. La Rassegna offre agli esperti del settore e al vasto pubblico di appassionati la possibilità di conoscere le produzioni più recenti nel settore dell’archeologia e delle discipline affini.

L’Istituto Italiano di Cultura di Belgrado partecipa alla 18° edizione della Rassegna Internazionale del Cinema Archeologico sostenendo e promuovendo la presentazione di tre documentari, in lingua italiana con sottotitoli in serbo, dedicati a luoghi e momenti diversi del ricco patrimonio archeologico italiano. Questi documentari sono stati messi a disposizione dell’Istituto Italiano di Cultura di Belgrado dai loro autori grazie al Dott. Dario Di Blasi e alla preziosa collaborazione della Fondazione Museo Civico di Rovereto. Tutti i film saranno presentati in versione originale italiana, con sottotitoli in lingua serba: “Selinunte, città tra due fiumi” (Italia, 2015. Regia di Alessandra Ragusa e Antonino Pirrotta), “Cirene Atene d’Africa” (Italia, 2016, Regia di Giuseppe Dromedari) e “I confini del mare Tirreno e Adriatico diviso tra Etruschi, Fenici e Focesi” (Italia, 2016, Regia di Maurizia Giusti – Syusy Blady).


Festival del Cinema Archeologico di Belgrado

Festival del Cinema Archeologico di Belgrado

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...