Verdi Italiani #iovotogreen

Respinte le liste Green Italia dalle elezioni europee

Syusy commenta in diretta la notizia del respingimento delle liste di Green Italia alle elezioni europee per una presunta mancanza burocratica. Sysuy, candidata capolista per il nord est dichiara: “C’è un equivoco, non ci sono inesattezze, questo è solo il primo round!”

In proposito, la dichiarazione di Angelo Bonelli:

VERGOGNOSO!!!!!!

RESPINTE LISTE ELETTORALI VERDI-GREEN ITALIA… PRESENTIAMO RICORSI

Un’ora fa ci è stato comunicato che le nostre liste elettorali per le europee sono state respinte dagli uffici elettorali delle 5 circoscrizioni con una disparità di comportamento, visto che sono state accettate altre liste come Fermare il declino e Scelta Democratica.

Stiamo già presentando i ricorsi presso gli uffici elettorali delle cinque circoscrizioni elettorali .Mentre è già partita una lettera di protesta dei presidenti dei Verdi europei e del gruppo parlamentare Verde europeo al Presidente del Consiglio e al presidente della Repubblica.La nostra è una battaglia a difesa delle garanzie costituzionali e delle regole democratiche e non ci fermeranno e per questo ricorreremo fino ai tribunali per far valere nostro diritto .
Dobbiamo combattere per far valere il nostro diritto a presentarci che è riconosciuto dall’art. 12 comma 4 della legge 18/1979, nel punto in cui precisa che sono esenti dalla raccolta delle firme quei partiti politici che hanno una rappresentanza nel Parlamento europeo e noi Verdi abbiamo il gruppo verde europeo in parlamento.

La battaglia per far valere le nostre ragioni è partita da lontano, passando per un ricorso al Tar del Lazio nel quale contestavamo che il Ministero degli Interni avesse voluto modificare la legge 18/1979 con una circolare, aggiungendo che ci si possa avvalere del diritto all’esenzione solo con parlamentari eletti in Italia. Il Tar del Lazio il 21 marzo scorso ha risposto al nostro ricorso emettendo un’ordinanza che affermava che “l’art. 12 comma 4 della legge n.18/1979 ha caratteristiche d’immediata applicazione che non rendono necessarie disposizioni di dettaglio”. Ritenendo quindi valida la nostra obiezione di merito che una circolare, disposizione di dettaglio, non può modificare la legge.

Nei giorni scorsi è stato anche approvato un’ordine del giorno alla Camera che impegnava il Governo a valutare se “a normativa vigente e alla luce dei nuovi indirizzi europei l’art. 12 comma 4 legge 18/1979 possa essere interpretato ed esteso in tempi utili per la presentazione delle liste anche a quelle forze o partiti politici che sono affiliati a partiti europei costituiti formalmente in un gruppo presso il Parlamento Europeo.”
Ma, a questo punto, dobbiamo essere in grado di spiegare per filo e per segno a tutti i nostri elettori e simpatizzanti quello che sta accadendo e l’intenzione di proseguire questa nostra sacrosanta battaglia contro chi ci vuole mettere il bavaglio.

Se necessario ricorreremo fino ai tribunali per valere un diritto che è stato riconosciuto a tutti tranne ai Verdi green Italia… Abbiamo bisogno che la mobilitazione sia il più estesa possibile, per questo nelle prossime ore vi informerò sul da farsi.

CE LA FAREMO!!!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...