Eventi!/Sal8 di Syusy

Fisica e Metafisica

Diamo uno strumento espressivo alla natura per rivelarsi

logo arte fiera OFF

La moderna Fisica “scopre” per il nostro futuro ciò che è già stato descritto dalla Metafisica nel nostro arcaico passato.

Luogo e indirizzo: Sal8 di Syusy Blady, via Santo Stefano 13 (Sette Chiese), 40125 Bologna

Date e orari di apertura:

> Il 26 gennaio alle 19,00 inaugurazione della mostra con performance live dell’artista Giulio Cassanelli che “fa le bolle”, dando alla natura uno strumento per esprimersi. (La mostra resterà aperta al Sal8 di Syusy per le due settimane successive.)

> Il 28 gennaio alle 21,00 altra performance live delle bolle di Giulio Cassanelli, seguita dall’incontro sul tema “Fisica e Metafisica” (18,00-20,00-22,00), a cura di Syusy Blady e Paola Catapano. Con la partecipazione dell’INFN -Istituto Nazionale di Fisica Nucleare- di Bologna (Prof Antonio Zoccoli).

Il Tao della fisica, il libro di F. Capra pubblicato diversi anni fa, aveva aperto la strada che ora si spalanca davanti a noi. Capita, infatti, che quello che la moderna Fisica “scopre” per il nostro futuro è già stato descritto dalla Metafisica nel nostro arcaico passato.

Due mondi s’incontrano: la danza delle particelle e la danza di Shiva, il mito dell’uovo primordiale e il Big Bang, il Bosone di Higgs (detto anche “la particella di Dio”, in quanto crea le condizioni perché persista la Materia) con il dio Mat dell’antico Egitto che dava forma alla materia. Abbiamo anche scoperto che le particelle sanno l’una dell’altra, seppure distanti che è il principio stesso della telepatia e, dopo averla fotografata, abbiamo visto coi nostri occhi che la catena elicoidale del DNA era annunciata nel caduceo che Mercurio, il messaggero degli Dei, tiene in mano.

E l’arte? L’arte si confronta con i simboli più arcaici dipinti sui vasi o conservati nella tessitura dei tappeti, e sopratutto lascia da parte il personalismo dell’artista che si mette a fare una cosa nuova: fornisce uno strumento espressivo alla natura per rivelarsi. Per svelarci le sue regole, la sua matematica e geometria interiore, la regola fisica sulla quale la materia si forma. Così è la materia stessa che si svela. Ci racconta l’ordine, o meglio, il caos, il Caos con la lettera maiuscola, sul quale prendono forma gli elementi naturali. Capiamo improvvisamente il grande mistero: Il Caso non è casuale. Il Caso è il Fato, il più importante degli Dei.

Respirare

di Giulio Cassanelli

Mostra e performance in collaborazione con Galleria Grossetti Arte Contemporanea – Milano

È naturale che un bambino s’incanti di fronte allo spettacolo grandioso di una bolla di sapone.

È altrettanto naturale che l’esplosione di una bolla crei il desiderio di farne un’altra, un’altra ancora.

Bolle su bolle: la prossima a perpetrare il ricordo della precedente. Questo è l’istinto: ma fermare una bolla, aggiungere colore e storia, nell’attimo in cui dura la sua esistenza è un altra cosa.

E’ un gioco da grandi.

Giulio Cassanelli come ogni adulto che gioca non gioca affatto: rappresenta e indaga, si confronta e racconta e, raccontando, ferma.

Segna il punto da cui partire e ripartire. La bolla, dalle mani di Giulio Cassanelli, è il punto in cui si confrontano l’innato che dà stupore e la consapevolezza di chi sa che l’evoluzione è nel Fare.

Umberto Zampini

giulio cassanelli all'opera

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...