Misteri per Caso/Nomadizziamoci

La stele di zia Rosina su Archeologia Viva TV

Sulla web TV di Archeologia Viva Syusy presenta il suo documentario

La stele di zia Rosina

Syusy Blady presenta un’antica stele, semisconosciuta ai più, rinvenuta in Mongolia, sulla quale sono incise iscrizioni in differenti lingue oltre a misteriose raffigurazioni. L’importante reperto è descritto nel suo documentario ‘la stele della zia Rosina’, breve reportage sullo stile di ‘turisti per caso’ presentato all’ultima Rassegna del Cinema Archeologico

Si tratta di un cortometraggio – reportage con la regia e la conduzione di Syusy Blady sullo stile di Turisti percaso; un reportage sulla Mongolia, alla ricerca dell’originale di una stele che conserva tre scritture: una prototurca, una cinese e una runica. La stele, la cui copia è esposta al museo di Ulambatar, pare a Syusy estremamente interessante e misteriosa: una stele di Rosetta dell’Asia! E’ per questo motivo che più modestamente viene soprannominata Stele di… zia Rosina. Syusy decide quindi di addentrarsi nella tundra mongola alla ricerca dell’originale e del sito archeologico dove si trova. Lungo la strada vede Karacorum assiste al Nadam, la grande festa mongola in onore di Gengis Khan.
Quando arriva finalmente alla stele scopre che sulla sua sommità c’è un simbolo impensabile: la lupa che allatta i gemelli!  I romani sono arrivati anche qui?  O forse no, forse sono i mongoli, o meglio gli asiatici, che sono arrivati fino da noi attraverso i misteriosi etruschi….

Syusy Blady 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...